Acquista Online

Jam session Nanotec… note di scienza su scala nanometrica

Prenderà il via mercoledì 11 ottobre 2017, Jam session Nanotec… note di scienza su scala nanometrica, la rassegna di incontri divulgativi che vedrà, ricercatori, scienziati ed esperti di fama internazionale, incontrare il grande pubblico e dialogare di scienza in modo intrigante, libero, informale.
Curiosità e passione, esperienze e conoscenza saranno gli strumenti che, come in una jam musicale, porteranno pubblico e protagonisti a concertare insieme e dipanare note di scienza su scale nanometriche, luoghi dove la materia presenta le sue svariate e sorprendenti proprietà, dove il confine tra discipline scientifiche e tecniche si attenua e le metodologie più avanzate della fisica, biologia, medicina, chimica, matematica e ingegneria si combinano, si potenziano e si fondono diventando Nanotecnologia.
Tema di apertura del programma:

le “nanoparticelle intelligenti come sistemi di diagnosi e cura per la salute dell’uomo”, ad approfondire l’argomento, lo scienziato Andrea Salonia: classe ’71, di Como. Medico e professore associato di Urologia della Università Vita-Salute San Raffaele, specializzato in Urologia, Endocrinologia e Malattie del Ricambio; direttore dell’Istituto di Ricerca Urologica – URI, Divisione di Oncologia sperimentale presso IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano.

Scrittore, perché grande lettore, la cui passione per la letteratura lo spinge al debutto come autore con “Domani, chiameranno domani”, edito da Mondadori Electa, ambientato in Puglia. Un romanzo sull’uomo, sull’uomo in attesa, del quale durante l’incontro scopriremo di più.
Ad interloquire con lo scienziato, Franco Calabi, ricercatore di CNR NANOTEC.
L’incontro con inizio alle ore 20:30, si terrà nella Libreria Liberrima,  per poi concludersi con la degustazione conviviale di un piatto Nanotec, all’Ombra del barocco, il noto ristorante-caffè di Liberrima.
Non mancheranno le improvvisazioni musicali nel calendario del programma di incontri che, con cadenza mensile, si svolgerà fino a giugno 2018.
Il progetto, promosso dal CNR NANOTEC e realizzato in collaborazione con Liberrima, nasce dall’idea di Gabriella Zammillo (tecnologo dell’Istituto di Nanotecnologia del CNR di Lecce) e si inserisce tra le molteplici iniziative di divulgazione scientifica avviate e realizzate dal CNR NANOTEC, con l’intento di contribuire a creare un ambiente favorevole alla diffusione del sapere scientifico e “creare valore attraverso le conoscenze generate dalla ricerca”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*