Tommaso ci Racconta il Vino…Le Camarde 2013

Tommaso ci racconta il vino
  • Chi di voi non ha sempre voluto sentire gli irresistibili “profumi” del vino o non ha storto un pò il naso quando ha sentito i poetici “vaneggiamenti” di chi di vino ne capisce?
    Bene. Questa rubrica nasce proprio da questo. Dall’esigenza di un profano, di un totale ignorante in materia, di comprendere il mondo celato dietro ad ogni bottiglia.
    Tommaso Passabì è un Sommelier A.I.S., dal 2004 direttore del ristorante All’Ombra del Barocco e spende il suo tempo libero in giro per cantine e corsi di approfondimento.
    L’abbiamo incontrato a cena e da questo confronto è nato Tommaso ci Racconta il Vino, non solo una guida all’acquisto ma un vero e proprio viaggio alla scoperta del vino, come se fosse un’opera d’arte che colpisce i nostri sensi e che vogliamo svelare e approfondire.

 

Questa settimana a cena con Tommaso abbiamo bevuto Le Camarde 2013, un vino speciale che preserva l’identità di un territorio ed evoca una storia lunga 50 anni. Scopriamo insieme i motivi per cui l’abbiamo scelto!

le camarde

F: In precedenza abbiamo incontrato dei vini costituiti da blend di negroamaro e primitivo, qual è la particolarità di questo che è composto all’80% da negroamaro e per il 20% da primitivo?

T: Il produttore ha voluto tradurre in bottiglia il vigneto da cui questo vino deriva, applicandone il nome all’etichetta. Si trova nella contrada “Le Camarde”, una delle più antiche di Guagnano, ed è composto da alberelli di circa 50 anni di età, per l’80% di uva negroamaro e per il 20% di primitivo.

F: Com’è il risultato di questa unione?

T: Come ben sai, queste due tipologie d’uva possiedono degli elementi contrastanti che conferiscono al vino un ottimo equilibrio. In questo prodotto specifico, il primitivo, che di solito conferisce morbidezza, è presente percentuale minore. Il risultato è comunque armonioso, quando i vigneti sono molto vecchi il tannino è già abbastanza levigato e morbido, quindi la funzione del primitivo qui è il conferimento del colore tipico e della piacevolezza fruttata.

F: Non credevo che l’età del vigneto fosse così importante, quanto dura il ciclo di vita di un vigneto?

T: Intanto devi sapere che l’allevamento ad alberello comporta una maggiore longevità della vigna, perchè è un metodo di coltivazione naturale che non stressa la pianta. Generalmente quando si impianta un vigneto per i primi 10 anni non produce, si inizia a formare e generalmente si generano i primi frutti intorno al settimo, ottavo anno. Fino ai primi 15 anni si può definire un vigneto giovane da cui vengono prodotti i vini più semplici, immediati e beverini. Il periodo di massimo vigore della pianta è compreso dai 15 ai 25-30 anni, in cui resiste meglio alle malattie e produce dei vini più equilibrati.

F: Quindi le Camarde che è prodotto da vigneti molto più vecchi, oggi non è buono come lo è stato in passato?

T: No, tutt’altro. Una vigna più vecchia solitamente conferisce una maggiore complessità e profondità al vino, però richiede degli accorgimenti aggiuntivi, anche se questa azienda è molto attenta alla cura dei vigneti: infatti ha eliminato l’uso di diserbanti e concimi chimici, anche se non è scritto in etichetta utilizza processi naturali sia in vigna che in cantina.

vigneto camarda guagnano
Vigneto Camarda Guagnano

F: Mi pare di capire che la cantina sia molto legata alla tradizione.

T: Sì, si chiama Feudi di Guagnano, e già dal nome si percepisce il loro proposito di valorizzare i luoghi ormai scomparsi. Pensa alla contrada, che con la odierna urbanizzazione neanche esiste più, ci ricorda il mondo contadino, i suoi valori, la sua operosità.

F: Per quanto riguarda gli abbinamenti?

T: Sicuramente è ottimo accostato a carni arrosto, formaggi semi-stagionati e stagionati e a dei primi piatti succulenti. Mi piace pensarlo accompagnato ai piatti della tradizione, per rievocare le immagini delle cene contadine quando ci si riuniva a raccontare i giorni della vendemmia.

F: Grazie mille Tommaso, alla prossima.

 

Facci sapere cosa ne pensi nei commenti, se hai delle domande specifiche o dei vini di cui vorresti parlare!

Puoi acquistare il Vino Le Camarde 2013 dal nostro e-shop regalo.cestoletterario.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*