Acquista Online

DOPO IL FUNERALE di Gaetano Barreca

Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

DOPO IL FUNERALE di Gaetano Barreca

Dopo il funerale di Gaetano Barreca – Un tuffo nel passato, in quegli anni ’70 belli e difficili di un’Italia invasa dal boom economico, dalle lotte sociali, dai giochi di potere, dagli omicidi e sequestri violenti. Il protagonista di questo romanzo dell’autore Gaetano Barreca si chiama Luigi. Luigi è di Bari dove vive tutta la sua famiglia, in uno di quei grandi complessi condominiali dove si viveva a porte aperte, tutti sapevano di tutti, c’erano “le comari” e ogni appartamento ospitava persone provenienti da ogni parte del Paese. Nel condominio dei genitori di Luigi ci sono la Gnura Gina, la Signora Santina da Palermo devota a Santa Rosalia che a secondo della sua posizione porta fortuna o sfortuna alla squadra calcistica della città, ci sono i concorsi “condominiali” organizzati su tacchi a spillo dodici e ci sono i discorsi vivaci e pettegoli delle comari affacciate ai balconi.

Luigi studia a Roma all’università. Vuole diventare giornalista e raccontare della situazione politica in Italia, segnata dai comizi popolari-politici del simbolo comunista Enrico Berlinguer, dall’omicidio del regista/scrittore Pier Paolo Pasolini e di Aldo Moro. Luigi torna a Bari e si meraviglia non poco di ritrovarla come l’aveva lasciata. Il suo condominio, il bar ed i personaggi che lo frequentano, il porto crocevia di pescatori e di traffici poco chiari, tutte le tradizioni culinarie che la mamma organizza in maniera maniacale con il pranzo con i parenti (odiati ed amati allo stesso tempo) e poi c’è Nicola. Nicola amico di infanzia di Luigi. Nicola che ha preso strade diverse e poco pulite per la “famiglia” alla quale è legato, ma Nicola resta amico di Luigi e Luigi resta amico di Nicola a prescindere da tutto e i due amici “…fuggirono in macchina, sorridendo complici…” fino alla fine.

Il romanzo di narrativa italiana è davvero scorrevole e facile nella lettura. Ti catapulta con estrema semplicità negli anni ’70 descrivendo alla perfezione il clima, gli ambienti e le tradizioni dell’epoca, segno di un vissuto raccontato nei dettagli e nelle immagini delle persone che lo circondano. I dialoghi spesso in dialetti diversi, sono ben specificati e riportano indietro nel tempo con gli idiomi che venivano usati nell’epoca. Si arriva troppo presto alla fine del libro, tanto va veloce e attira l’attenzione, ma nonostante l’ultima pagina lasci un po’ l’amaro in bocca, si chiude la lettura con un sorriso. In fondo in quegli anni erano gli ideali e i sentimenti a condurre la vita delle persone, che si battevano con il cuore e con quei principi puri e semplice che Gaetano Barreca rievoca nei suoi personaggi diversi e complementari tra loro.