Acquista Online

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Ricette scumbenate. Dodici ricette illustrate di cucina atipica salentina

13 dicembre 2017 ore 18:00

Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

Dopo il successo del libro, il Calendario 2018

Mercoledì 13 dicembre 2017 ore 18 – All’ombra del barocco RistoranteCaffè di Liberrima, Lecce

La frisa e la “pasta scarfata”, le polpette e i ciceri e tria… Dodici mesi per raccontare il “genius loci” del Salento dalla prospettiva della cucina di casa. Dopo il successo del libro, è già pronto ad essere gustato il Calendario 2018 di “Ricette scumbenate. Dodici ricette illustrate di cucina atipica salentina”.

Il progetto, firmato dal laboratorio di comunicazione Big Sur in collaborazione con Industria Servizi Grafici Panico, raccoglie le proposte culinarie di dodici chef per passione, dalla cantante al contadino, dal mastro paratiere alla skipper. Una rosa di esperienze “scombinate” dietro ai fornelli alle prese con la cucina tradizionale, una per ogni mese, per accompagnare con un sorriso il 2018.

Mercoledì 13 dicembre alle ore 18 presso il Ristorante di Liberrima – All’ombra del Barocco (Corte dei Cicala 9 – Lecce) la presentazione del Calendario, in una serata di gioco e festa a cui parteciperanno Francesco Maggiore, art director del progetto, Efrem Barrotta, che ha firmato le illustrazioni, e Giorgia Salicandro, autrice dei testi. Ospite speciale Gigi Mangia, “cuoco scumbenato” e responsabile bibliotecario braille dell’Istituto per ciechi Anna Antonacci di Lecce, che guiderà il pubblico in una “frisellata al buio”: il giorno di Santa Lucia, protettrice della vista, un esperimento di cucina partecipata che vuole rendere omaggio agli occhi speciali di chi non vede ma è guidato dagli altri sensi e dal cuore.

La serata sarà anche occasione per presentare il programma degli appuntamenti del nuovo anno con le Degustazioni al buio insieme alla “Compagnia degli scumbenati” e quattro ospiti speciali: il comunicatore Pierpaolo Lala, il pastaio Daniele Marsano, la scrittrice Simona Toma e la cantante Alessandra Caiulo. Un appuntamento al mese, da Gennaio ad Arpile 2018 tra cucina, cultura ed enogastronomia del Salento.

 

Il progetto

«Siamo come friselle, la nostra identità diventa commestibile una volta entrati in contatto con il mondo alimentare. Noi non siamo bagnati di una tradizione, siamo bagnati di una linfa vitale costruito sulla domanda che per prima si fa al prossimo tuo: Ce te mangi osci?» (dalla prefazione di Don Pasta).

Prendi dodici ricette tradizionali salentine (ma non troppo), aggiungi dodici cuochi atipici, mescola tutto con un chilo di buoni propositi, spruzzaci sopra un bel po’ di curiosità, sbaglia le dosi, rimedia con un ingrediente a sorpresa e un cucchiaio di aneddoti. Cuoci il tutto a ritmo di pizzica o di musica elettronica. Non preoccuparti di vincere gare da master chef. Divertiti. Et voilà, ecco servita una deliziosa “ricetta scumbenata”.
“Ricette scumbenate” è un progetto editoriale che comprende una pubblicazione di racconti in forma di ricettario illustrato, un calendario, una mostra di illustrazioni, una produzione di merchandising e una serie di piccoli e grandi eventi eno-gastronomici pubblici e privati, decisamente “scombinati”.
Il fulcro del progetto è una rosa di dodici ricette illustrate e dodici racconti ispirati a personaggi reali, uomini, donne e anche bambini che si cimentano con la cucina nella loro quotidianità. Persone legate al Salento per ragioni anagrafiche o sentimentali, variegate per generazioni, professioni, stili di vita e provenienza geografica. Non “master chef” che cucinano per professione, ma “cuochi domestici”, la cui relazione con la cucina si gioca sul terreno del diletto o anche solo della necessità.
Le “ricette scumbenate” sono ricette salentine “atipiche”. Piatti della tradizione resi unici dalle storie familiari che li accompagnano, oppure rivisitati in una chiave originale da chi cucina per dar sfogo alla propria creatività, o ancora presentate in una variante ironica ed esilarante da chi non ha esperienza tra i fornelli, ma molta buona volontà.
Le ricette diventano quindi il pretesto per fotografare un territorio ricco per il suo patrimonio culturale tradizionale e al contempo per il suo dinamismo, pienamente inserito nel fermento e nelle contraddizioni del mondo globalizzato. Nonne di famiglia con la memoria ballerina, studenti fuorisede esperti nella nobile arte di arrangiarsi, stranieri “adottati”, lavoratrici e lavoratori atipici, giovani imprenditori, artisti e artigiani che sognano di diventare chef stellati, super manager reduci dal fast food, famiglie di ogni dimensione, genere e colore sventolano la variegata tavola apparecchiata che racconta le tante identità del Salento contemporaneo.
I menu e le voci degli atipici chef accompagnano il lettore in un viaggio appassionante e saporito attraverso il territorio, alla scoperta delle colture tradizionali, dei sapori tramandati di generazione in generazione e delle aziende che, oggi, costituiscono il veicolo di una ricchezza non solo economica, ma anche latamente culturale del territorio.

Le Ricette scumbenate sono state raccontate da: Mylious Johnson, Gigi Mangia, Alessandra Caiulo, Pierpaolo Lala, Salvatore Agostinello, Torquato Parisi, Simona Toma, Nico Maggi, Mario Cazzato, Ada Martella, Maria Pranzo, Daniele Marsano, Biancarosa Perrone.

I testi sono di Giorgia Salicandro, le illustrazioni di Efrem Barrotta, le interviste di Paolo Pisanelli, web designer Amir Simone Tarighinejad; art director del progetto è Francesco Maggiore, il coordinamento è a cura di Sergio Quarta. La prefazione del libro “Ricette scumbenate. Dodici storie pop di cucina atipica del Salento” è firmata dallo “chef filosofo” Don Pasta.

La stampa è a cura di Industria Servizi Grafici Panico, l’allestimento della mostra di Visual Creative.

________________________________________

 

Le Degustazioni al buio con i cuochi scumbenati ospiti del programma 2018.

– Gennaio

Pierpaolo Lala

Socio della cooperativa “Coolclub”, è un agguerrito addetto stampa e organizzatore di eventi.

Il cuore diviso tra palato e politica, ha fondato il concorso di cucina “Fornelli indecisi” ed è tra gli organizzatori della rassegna “Io non l’ho interrotta”.

 

– Febbraio

Daniele Marsano

Economista e musicista, ha lasciato tutto per fondare il pastificio “Del Duca” di Parabita, rigorosamente artigianale.

 

– Marzo

Simona Toma

Salentina emigrata a Milano, poi tornata in patria, nel frattempo ha pubblicato romanzi di successo per Mondadori e Giunti. Il suo ultimo lavoro è “Da domani mi alzo presto” (Sperling&Kupfer).

 

– Aprile

Alessandra Caiulo

Quando non incanta i “pizzicati” dal palco della Notte della Taranta o in qualche altro suo concerto si occupa di comunicazione istituzionale e d’impresa.

Dettagli

Data:
13 dicembre 2017
Ora:
18:00
Categoria Evento:

Organizzatore

Liberrima

Luogo

All’Ombra del Barocco
Corte dei Cicala, 1
Lecce, 73100 Italia
+ Google Maps
Telefono:
0832 242626
Sito web:
www.liberrima.it