Acquista Online

Giugno è il nuovo maggio: la lunga estate dei libri

Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

Il lockdown, come racconta la ricerca presentata ieri dall’Associazione Italiana Editori, in collaborazione con Nielsen e IE-Informazioni Editoriali, ha colpito pesantemente l’intera filiera del libro, mettendo in ginocchio librerie e case editrici grandi e piccole.

In generale, la pandemia ha sparigliato le carte e i rituali del mondo editoriale. Tanto per fare un esempio, il Salone Internazionale del libro di Torino si è svolto online, e tanti festival sono stati rimandati, o si stanno reinventando in versione digitale.

Gli editori, che negli anni passati programmavano le uscite di punta entro la seconda settimana di maggio in vista del Salone e della stagione dei festival, hanno rimandato molte uscite, aspettando i lettori, ma soprattutto libraie e librai. Così, dopo diverse settimane di uscite bloccate, dalla seconda metà di maggio, e poi in particolare a giugno e luglio (e agosto), gli scaffali dei negozi fisici (e virtuali) tornano a popolarsi di novità, e di romanzi e saggi firmati da autrici e autori anche molto amati.

Qualche esempio? Longanesi porta in libreria l’8 giugno l’atteso nuovo romanzo di Ilaria Tuti, Fiore di roccia: un grande romanzo, stando alla casa editrice che, attraverso una storia dimenticata, celebra la resilienza e il coraggio delle donne.

Spostiamoci in casa Sellerio, che per il 18 giugno ha annunciato l’uscita del nuovo romanzo di Marco Malvaldi, Il borghese Pellegrino, che rende nuovamente omaggio a Pellegrino Artusi; e che, soprattutto, a un anno dalla scomparsa del Maestro di Vigàta, il prossimo 17 luglio farà uscire Riccardino, il romanzo finale della lunga e amatissima serie del commissario Montalbano firmata da Andrea Camilleri.

In casa Garzanti, che in questi giorni propone i ritorni di Enrico Galiano (Dormi stanotte sul mio cuore) e Andrea Vitali (Un uomo in mutande), si punta, tra gli altri, anche su Alice Basso, che il 2 luglio torna con Il morso della vipera (e un nuovo personaggio) e su La biblioteca di Parigi di Janet Skeslien Charles, di prossima uscita.

Il 4 giugno torna un’altra amata autrice internazionale, Camilla Läckberg, che dopo La gabbia dorata propone il secondo episodio della storia di Faye: Ali d’argento (Marsilio).

A proposito di gialli e thriller e di autori che hanno un pubblico affezionato, Rizzoli ha appena pubblicato Una lettera per Sara di Maurizio De Giovanni, mentre il 9 luglio ritroveremo Glenn Cooper con Clean – Tabula rasa (Nord), romanzo che racconterà una catastrofe globale: nel giro di pochi giorni, miliardi di persone in tutto il mondo perdono la memoria a causa di un virus sconosciuto e altamente infettivo…

Tra le numerose uscite di Guanda, due grandi nomi come Manuel Vilas (che dopo l’acclamato In tutto c’è stata bellezza propone, a luglio, La gioia, all’improvviso) e un altro premiatissimo autore spagnolo, Javier Cercas, in libreria a fine giugno con Terra Alta.

Dopo il successo dell’anno scorso con Mussolini ha fatto anche cose buone, Francesco Filippi, storico della mentalità, torna (sempre per Bollati Boringhieri) con il nuovo saggio Ma perché siamo ancora fascisti?.

Tra le tante uscite in casa Einaudi segnaliamo due altri ritorni: quello di Francesco Piccolo, con Momenti trascurabili vol. 3, e quello di Diego De Silva, con I valori che contano.

Mentre su Netflix spopola Summertime, serie ispirata al longseller Tre metri sopra il cielo, Federico Moccia a metà giugno presenta una nuova storia, Semplicemente amami (Nord).

E restando in tema di romanticismo, ecco un titolo per chi ama le storie d’amore: Prima regola: non innamorarsi  (Newton Compton) di Felicia Kingsley, una brillante commedia perfetta da leggere sotto il sole. Se poi avete voglia di spostarvi verso narrazioni con atmosfere più cupe e misteriose, segnatevi Il segreto del mercante dei libri di Marcello Simoni.

C’è attesa a fine giugno per il nuovo libro di Chiara Gamberale, Come il mare in un bicchiere (Feltrinelli), che delinea una storia che fa riflettere su cosa possono insegnarci le distanze che abbiamo imparato ad affrontare durante il lockdown. Sempre Feltrinelli a giugno pubblica Giura, nuovo libro di Stefano Benni.

E se al momento, tra i bestseller troviamo due fenomeni provenienti da YouTube, Luì e Sofì (Me contro Te), con il nuovo fantalibro, e Lyon, nickname di Ettore Canu, con Le storie del mistero (Magazzini Salani), si apprestano a tornare (a metà giugno) anche  Stef & Phere, con Rinascita. Timeport (Magazzini Salani).

A proposito di bestseller, Mondadori propone il prequel di Hunger games, Ballata dell’usignolo e del serpente, firmato da Suzanne Collins.

Per gli amanti del fantasy classico, il 22 luglio uscirà per Bompiani Il ritorno del re di J.R.R. Tolkien, la terza e ultima parte dell’epica saga che ha conquistato milioni di lettori in tutto il mondo.

In attesa di tornare a viaggiare, Iperborea propone il nuovo numero di The Passenger, dedicato alla Turchia. A proposito di viaggi, esce per Neri Pozza Nel bianco di Simona Vinci, in cui si parla diestremo nord e dell’impatto della ambientale.

e/o, la casa editrice di Elena Ferrante, pubblica tra gli altri Eric-Emmanuel Schmitt (Madame Pylinska e il segreto di Chopin) e Ragioni per continuare a vivere di Matt Haig.

Tra le numerose chicche in arrivo, un inedito di Giovanni Arpino (Lettere scontrose – 52 lettere e una risposta, minumum fax).

Se invece siete in cerca di letture di approfondimento non potete perdere, tra gli altri, Il lavoro dello spirito di Massimo Cacciari, pubblicato da Adelphi, un saggio, in libreria a giugno, tutto dedicato alla figura di Max Weber. Sempre della stessa casa editrice poi, segnaliamo un saggio narrativo on the road ambientato negli Usa e firmato da Michele Masneri, Steve Jobs non abita più qui. Esce a luglio.

Saranno dunque un finale di primavera e un’estate intensa per le lettrici e i lettori, le libraie e i librai italiani. Un’estate di letture per tutti i gusti, in cui romanzi, racconti, poesie, saggi e manuali continueranno ad accompagnarci. Dell’autunno, altrettanto ricco di novità, parleremo più avanti.

 

The post Giugno è il nuovo maggio: la lunga estate dei libri appeared first on Il Libraio.

Fonte: www.illibraio.it