“Ho fatto la spia” della prolifica scrittrice ottantaduenne Joyce Carol Oates è un racconto angosciante e claustrofobico, che affonda le radici su tematiche come il maschilismo, il razzismo e le diseguaglianze sociali. Ma che alla fine lascia aperta una possibilità di speranza, mostrando come, anche dagli abusi e dalle sofferenze più inaccettabili, ci possa essere un riscatto – L’approfondimento

L’articolo “Ho fatto la spia” di Joyce Carol Oates: quando una vittima parla proviene da Il Libraio.