Acquista Online

Il Vinile gira da Liberrima!

vinile Liberrima
Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

Nella vita di tutti giorni ci sono moltissime cose che, dandole per scontate, accadono all’ombra di altre; sono cose che nell’immaginario consideriamo un sottofondo, un tappeto, un “nel frattempo che…”. Bene, spesso è così che la musica viene considerata, e succede in mille occasioni, in macchina, dal barbiere, al supermercato, o come si dice, in ascensore. Gli smartphone infine stanno soppiantando gli ultimi baluardi di un ascolto musicale consapevole che sembra ormai essere prerogativa di cuffie nelle orecchie di individui in movimento; tutto è etereo, e tutto è subito già vecchio…c’è però un granello di sabbia in questo ingranaggio vorticoso: il disco, il vinile, l’lp, chiamatelo come volete, ma volenti o nolenti, se ci si ha a che fare, la musica ascoltata ha un altro sapore, vi è già successo?

Sarà l’emozione di scartare ed aprire una copertina da 30 cm per lato, o quella di sentire il rumore della puntina appoggiata sulla plastica nera, ma è un esperienza che nessun “download” o “riproduci brano” potrà mai donarci.

Tutto questo rappresenta uno dei motivi che ha indotto ad aprirci a questa nuova esperienza di vendita e condivisione; allora per un attimo si potrebbe provare a pensare all’ascolto di un disco senza fare null’altro se non ascoltarlo, senza essere su internet, senza fare le pulizie o senza leggere un libro (…si ma senza esagerare però…). Da questa settimana è perciò presente nella nostra libreria una ricca selezione di vinili che spazieranno da Miles Davis, John Coltrane, Chet Baker, Thelonius Monk e tanti altri per il jazz, ad Ennio Morricone, Piero Umiliani, Piero Piccioni e moltri altri compositori per il mondo “cinematico”. La sezione rock sarà popolata sia da colonne portanti come Velvet Undergound, Perl Jam, Nirvana, Ramones, Cure, Sonic Youth, Iggy Pop, che da prelibatezze più indie come Beirut, Blonde Redhead, Pulp. Non mancheranno poi le sezioni dedicate alla world music, al reggae, all’elettronica ed alla musica italiana… il tutto rigorosamente in vinile.

Raccontateci allora un ascolto vinilico che vi emoziona, inviateci una foto con il “piatto fumante”, e fateci sapere insomma se girate a 33 o a 45 giri!

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*