Acquista Online

“In fondo, volevo scrivere un romanzo d’amore”: Chiara Valerio racconta “Il cuore non si vede”

Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

“La verità è che può capitare, se si è fortunati, di continuare a vivere anche senza il proprio cuore. Pensi ai trapianti. Credo di essermi mossa, di aver portato a patologia, questo pensiero. Poi, in fondo, volevo scrivere un romanzo d’amore, una storia che canticchiasse allegramente che i sentimenti sono in parte involontari, come sono involontari certi organi…”. In occasione dell’uscita del romanzo “Il cuore non si vede”, ilLibraio.it ha intervistato Chiara Valerio, per parlare dei temi affrontati nel libro, del suo lavoro come responsabile della narrativa italiana Marsilio (con le anticipazioni sul 2020), del ruolo delle donne nell’editoria (pregiudizi inclusi): “Ho avuto un trattamento diverso da altre che lavorano in ambiente letterario e culturale perché, avendo fatto matematica, è indubbio che sia ‘almeno’ intelligente…”. Spazio anche per la situazione politica e sociale: “In tempi come i nostri è importantissimo riappropriarsi e diffondere una cultura del collettivo, una cultura delle regole”

L’articolo “In fondo, volevo scrivere un romanzo d’amore”: Chiara Valerio racconta “Il cuore non si vede” proviene da Il Libraio.

Fonte: www.illibraio.it