È in un’atmosfera sospesa che si compie la storia de “La fine dell’estate” di Serena Patrignanelli: l’atmosfera dell’avventura, nelle giornate assolate a cui dare un senso con missioni e alleanze, per non cadere nella noia senza forma di giorni che si assomigliano tutti. È una storia di giochi, di corse nei prati, di segreti, per due ragazzini che trovano una Millecento abbandonata tra le erbacce…

L’articolo “La fine dell’estate” di Serena Patrignanelli: un mondo di ragazzini in mezzo alle rovine degli adulti proviene da Il Libraio.