Acquista Online

La “non” maternità secondo Sheila Heti

Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

“Perché facciamo ancora i bambini? Perché era importante per quel dottore che io ne facessi uno? Le donne devono avere i bambini perché devono essere occupate”, riflettere Sheila Heti nel suo nuovo libro, “Maternità”. E ancora: “Quando penso a tutta la gente che nel mondo vuole vietare l’aborto, mi sembra che il senso possa essere uno solo: non è che vogliono una persona nuova al mondo, vogliono che le donne si occupino innanzitutto di tirare su i figli”. E siccome “il personale è sempre politico”, nel caso di “Maternità” è la portata stessa del tema a rendere il libro rilevante in un contesto culturale che, da un lato, vede una rinascita del femminismo, ma dall’altro spesso si basa ancora su una società che esalta la famiglia nucleare e, soprattutto, la figura della donna-madre… – L’approfondimento, in cui si parla anche di autrici come Rachel Cusk, Elif Batuman e Maggie Nelson

L’articolo La “non” maternità secondo Sheila Heti proviene da Il Libraio.

Fonte: www.illibraio.it