Acquista Online

“Nutro per il passato una nostalgia privata, non culturale”: Emanuele Trevi racconta “Sogni e favole”

Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

“Non guardo al passato con rimpianto, non penso che l’arte di un tempo fosse meglio di quella di oggi. Credo solo che adesso sia difficile immaginare qualcosa come i film di Tarkovskij, perché mi sembra che l’arte si sia ristretta esclusivamente all’efficacia narrativa”. In occasione dell’uscita di “Sogni e favole”, ilLibraio.it ha intervistato Emanuele Trevi che nella sua ultima opera ha mescolato eventi personali e ragionamenti, dando vita a un libro che è un intreccio tra autofiction e saggio, in cui ripercorre il suo apprendistato letterario attraverso l’incontro con tre figure che hanno influenzato la sua vita…

L’articolo “Nutro per il passato una nostalgia privata, non culturale”: Emanuele Trevi racconta “Sogni e favole” proviene da Il Libraio.

Fonte: www.illibraio.it