Acquista Online

“Sono rassegnato alla visibilità”: Michele Serra racconta “Le cose che bruciano”

Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

“Siamo schiavi di noi stessi molto più di quanto lo siamo della cosiddetta società, che spesso è solo un alibi. Attilio sente il bisogno di prendere le distanze dalla propria arroganza e dalla propria smania di avere sempre ragione, tipica dei maschi in carriera”. In occasione dell’uscita del romanzo “Le cose che bruciano”, ilLibraio.it ha intervistato Michele Serra. Che ha parlato, tra le altre cose, delle scelte narrative del libro, della visibilità nell’epoca dei social network e dell’importanza della vena comica. Quanto agli scrittori italiani che lo hanno colpito di più in questo periodo, cita Nadia Terranova, Giulio Angioni e Francesco Pecoraro…

L’articolo “Sono rassegnato alla visibilità”: Michele Serra racconta “Le cose che bruciano” proviene da Il Libraio.

Fonte: www.illibraio.it