Acquista Online

Uno sguardo sui libri sul femminismo in Italia, oggi

Print Friendly, PDF & Email
image_pdfimage_print

Quando si parla di femminismo, e più in particolare di libri sul femminismo, è inevitabile citare classici come Il secondo sesso (Il Saggiatore, traduzione di Roberto Cantini, Mario Andreose) di Simone de Beauvoir o Una stanza tutta per sé di Virginia Woolf. 

libri sul femminismo

E poi ancora, classici contemporanei tra cui Dovremmo essere tutti femministi (Einaudi, traduzione di F. Spinelli) di Chimamanda Ngozi Adichie o il libello, sempre della scrittrice nigeriana, Cara Ijeawele – ovvero Quindici consigli per crescere una bambina femminista (Einaudi, traduzione di A. Sirotti). Per una prospettiva più radicale ci sono, tra gli altri, il saggio di Jessa Crispin, Perché non sono femminista (Sur, traduzione di G. Lupi), che critica la cultura dell’empowerment o i libri della giornalista britannica Laurie Penny tra cui Bitch Doctrine (inedito in Italia).

E ancora Rebecca Solnit e il suo Gli uomini mi spiegano le cose (Ponte alle Grazie, traduzione di Sabrina Placidi), Bad Feminist di Roxane Gay (ancora inedito in Italia), il saggio dedicato al femminismo che la giornalista del New Yorker Jia Tolentino ha inserito nella raccolta Trick Mirror (NR edizioni, traduzione di Simona Siri).

Per tornare in Europa, la giornalista francese Mona Chollet racconta il legame tra oppressione femminile e caccia alle streghe in un interessante testo intitolato, appunto, Streghe. Storie di donne indomabili dai roghi al #metoo (Utet, traduzione di E. Marangoni).

Può interessarti anche

E in Italia? Parlare di femminismo nel nostro Paese – e leggere libri sul tema – implica fare riferimento a un passato del movimento, nato alla fine degli anni Sessanta con Rivolta Femminile, e che è cresciuto nelle pagine di Sputiamo su Hegel di Carla Lonzi.

Per un excursus sul passato del movimento e sulla sua sfaldatura nei decenni successivi, la sociologa Fiamma Lussana nel 2012 ha scritto un libro che ripercorre la storia del femminismo in Italia: Il movimento femminista in Italia. Esperienze, storie, memorie (Carocci editore).

Può interessarti anche

Negli ultimi anni, complice l’esplosione del #metoo e in generale una maggiore attenzione per queste tematiche sui social, anche in Italia si è riportata attenzione al femminismo. E lo confermano alcuni saggi divulgativi che sono stati pubblicati, di cui di seguito riportiamo alcuni titoli in un percorso di lettura che non ha la pretesa di essere esaustivo, e che si propone come spunto per chi volesse avvicinarsi a delle letture sul femminismo firmate da autrici e autori italiani.

Tra questi, l’esempio più recente è ll corpo elettrico. Il desiderio nel femminismo che verrà di Jennifer Guerra (edizioni Tlon), in cui l’autrice traccia un percorso che parte dall’autocoscienza del corpo femminile degli anni Settanta e arriva fino alla contemporaneità e alla necessità di un femminismo intersezionale, in cui tutti i corpi  – anche quelli trans e non binari – siano rappresentati. 

libri sul femminismo

Da poco è in libreria anche il saggio di Giulia Cuter e Giulia Perona – già ideatrici e curatrici del podcast Senza RossettoLe ragazze stanno bene (Harper Collins). Nel libro le autrici affrontano le fasi della vita di una donna e si chiedono come poter ripensare il femminismo in chiave contemporanea.

In Tutte le ragazze avanti (add editore) la scrittrice e insegnante Giusi Marchetta (collaboratrice de ilLibraio.it, ndr) ha raccolto i punti di vista di undici intellettuali e artiste che raccontano cosa significhi per loro essere femministe. Il progetto continua anche attraverso il Tavolo delle ragazze, un gruppo di lavoro composto da ragazze delle scuole superiori, guidato dalla stessa Marchetta, in cui si riflette sul significato del femminismo oggi. L’attività è anche un podcast omonimo su Spotify, in cui le ragazze si confrontano con intellettuali, scrittici, artiste, sportive e imprenditrici.

Può interessarti anche

Con Manuale per ragazze rivoluzionarie (Rizzoli) Giulia Blasi analizza la condizione delle donne in Italia tra violenza di genere e modelli patriarcali, e propone consigli concreti per un nuovo femminismo basato sulla collaborazione.

Nello scenario dei saggi sul femminismo italiano contemporaneo si inseriscono anche le opere dell’attivista femminista Lorenzo Gasparrini, che con Diventare uomini. Relazioni maschili senza oppressioni (Settenove), NO – Del rifiuto e del suo essere un problema essenzialmente maschile (Effequ) e NON SONO SESSISTA, MA… – Il sessismo nel linguaggio contemporaneo (edizioni Tlon) analizza come molti uomini siano soggetti a pesanti condizionamenti sociali, tra cui quello che li illude di essere fuori da ogni condizionamento, quando invece anche le loro vite sono influenzate dal patriarcato. 

libri sul femminismo

Un modo in cui il patriarcato si inserisce, quasi impercettibilmente, nella vita di tutti è il linguaggio. Al linguaggio sessista la sociolinguistica Vera Gheno (che ha da poco pubblicato in ebook per Longanesi Parole contro la paura) ha dedicato Femminili singolari (Effequ), in cui – grazie alle innumerevoli esperienze avute sui social, personali e per conto dell’Accademia della Crusca, di cui Gheno ha gestito l’account Twitter dal 2012 – smonta le convinzioni linguistiche della comunità italiana, rintracciandone l’inclinazione maschilista. Perché il nuovo femminismo passa (anche) attraverso le parole.

Per una visione sul femminismo illustrata, invece, c’è Post Pink. Antologia di fumetto femminista (Feltrinelli Comics). Curato da Elisabetta Sedda, il volume raccoglie nove “versioni” di donna, ognuna disegnata da una diversa fumettista.

Morgana (Mondadori Strade Blu), invece, nasce dall’esperienza dell’omonimo podcast di Michela Murgia e Chiara Tagliaferri e raccoglie dieci storie di donne efficaci ciascuna a suo modo nello smontare i pregiudizi sulla figura femminile.

The post Uno sguardo sui libri sul femminismo in Italia, oggi appeared first on Il Libraio.

Fonte: www.illibraio.it